A seguito di quattro gare internazionali che hanno avuto inizio dall'aprile 2004 e che hanno visto la partecipazione di oltre 60 aziende 20 delle quali estere, sono state coinvolte per la realizzazione del Ponte di Messina le migliori competenze disponibili al Mondo.

Nell’ottobre 2005 l' Associazione Temporanea di Imprese Eurolink S.C.p.A. ha vinto l'appalto di General Contractor per la realizzazione dell'opera.

La Eurolink è partecipata da:

  • Impregilo S.p.A. (45%)
  • Sacyr S.A. (18.70%)
  • Società Italiana per Condotte d’Acqua S.p.A. (15%),
  • Cooperativa Muratori&Cementisti (13%),
  • Ishikawajima – Harima Heavy Industries CO Ltd (6.3%)
  • Consorzio Stabile A.C.I. S.C.p.A.


L'Eurolink ha battuto la cordata concorrente guidata dalla capogruppo Astaldi.

L'offerta finale è risultata essere pari a 3,88 miliardi di euro e prevede un tempo di realizzazione di 5 anni e 10 mesi. Il contratto di assegnazione è stato firmato il 27 marzo 2006 e prevede il diritto di recesso senza penali da parte della Stretto di Messina S.p.A. nel caso in cui il progetto definitivo o quello esecutivo risultassero sostanzialmente differenti rispetto all'offerta presentata.

Nel caso in cui il governo, una volta iniziati i lavori ed aperti i cantieri volesse recedere, questo comporterebbe il pagamento di una penale del 10% sulla parte non ancora realizzata dell'opera, che comunque non potrà superare i 4/5 del valore del contratto, che è di 3,9 miliardi di euro. La penale massima quindi non potrà essere in ogni caso superiore ai 312 milioni di euro.


Aziende scelte con gare internazionali per realizzare l'opera:

  • General Contractor: Eurolink S.C.p.A Esperienze Aziende Estere di Eurolink
  • Project Management Consultant: Parsons Transportation Group
  • Monitor Ambientale: ATI & Fenice S.p.a.
  • Broker Assicurativo: Marsh S.p.A.